Dic 142016
 

Ser Ciappelletto

I, 1

Il mercante Musciatto Franzesi, particolarmente attivo in area borgognona, dovendosi recare in Italia, prima di andar via, si preoccupa di regolare e chiudere le sue attività in territorio francese. Il problema che lo attanaglia risiede nella riscossione dei crediti che ha concesso ai borgognoni e, dato che questi ultimi hanno nomea di essere uomini infidi e scaltri, teme di essere imbrogliato. Per tale ragione inizia a chiedersi a chi possa affidare l’incarico e alla fine si ricorda di un certo Ser Ciappelletto, un notaio immorale e reo dei peggiori crimini. La scelta è ben motivata, in quanto Musciatto ritiene che per tenere a bada i borgognoni, sia necessario proprio un uomo come Ser Ciappelletto. Questi, trovandosi in ristrettezze economiche, accetta di buon grado giacché gli viene promessa una percentuale sulle tasse che riscuoterà e così prende dimora presso la casa di due usurai. Ben pesto, però, Ser Ciappelletto si ammala gravemente e i due ospiti cominciano a preoccuparsi; la loro già precaria condizione, dovuta al mestiere di usurai, è sottoposta a rischi più grandi. Se da una parte rinunciano all’idea di mandar via l’agonizzante, per non figurare come uomini malvagi, dall’altra sono certi che il popolo si solleverà contro di loro, non appena verrà a conoscenza dell’identità di Ser Ciappelletto e del suo eventuale rifiuto dei sacramenti. Mentre discutono di questi argomenti, il malato li ascolta e decide di escogitare uno stratagemma; chiede ai due di procurargli un sacerdote per una confessione generale e li rassicura, spiegando loro di non voler arrecare alcun danno. Quando il religioso si presenta, Ser Ciappelletto mette in scena una vera e propria farsa, fingendo di essere stato un uomo timorato di Dio e pieno di contrizione, mentre i due usurai se la ridono alle spalle del sacerdote. Questi cade nel tranello da vero credulone tanto che al mascalzone sarà assicurato un funerale degno di un santo e l’intera popolazione borgognona inizierà a venerarlo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo.

Chiudi