Nov 052016
 

“[…] La scienzlezioni-fisica-rovelli-particolarea, prima di essere esperimenti, misure, matematica, deduzioni rigorose, è soprattutto visioni. La scienza è attività innanzitutto visionaria[1]”, scrive Carlo Rovelli nel suo piccolo libro Sette brevi lezioni di fisica; affermazione che all’accademico potrebbe sembrare un po’ strana, visto che la scienza è meticolosa ricerca del vero. Ma credo che buco-neroquando Rovelli affermi che la scienza è visione, non stia dicendo altro che questo, nel senso che la scoperta oggettiva e la sua validazione muovono proprio dall’osservazione. È chiaro, poi, che la visione cresce con l’evoluzione dell’umanità, per cui quello che vedevano i greci, oggi ci sembra un modo di rapportarsi al cosmo piuttosto riduttivo. Dobbiamo ammettere, però, che se non ci fossero stati loro, non sarebbero venuti fuori i Newton o gli Einstein della scienza. E che la visione sia fondamentale ce lo dimostra quest’agile libro che ha tutto il merito di rendere visibili e tangibili ragionamenti astratti e immateriali. Al profano della disciplina è concesso un viaggio in luoghi inesplorati e che mai avrebbe pensato di osservare; il lettore va a spasso tra neutrini, elettroni e fotoni, immagina la materia densa e compressa dei buchi neri, percepisce lo spazio che si espande, cerca di dare risposte alla domanda che l’opprime da sempre: qual è l’origine? Un viaggio accattivante insomma, condotto con la maestria dello scienziato, ma anche con la leggerezza e l’umiltà di chi sa perfettamente che la grandezza della scienza risiede nella provvisorietà.  È questo uno dei molteplici messaggi del volumetto; accanto alla riflessione sconcertante e affascinante sullo spazio e sul tempo, vicino alle domande di senso, emerge la presa di coscienza che le conquiste scientifiche sono tali perché non sono mai definitive ma sempre ipoteticamente confutabili e revisionabili.

[1] Carlo Rovelli, Sette brevi lezioni di fisica, Adelphi, Milano, 2014.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo.

Chiudi